LUMIA ESCLUSO DALLA LISTA: E LA MAFIA RINGRAZIA!


L’esclusione dalle liste del Partito Democratico dell’on. Beppe Lumia, vice Presidente della Commissione nazionale antimafia (nella precedente legislatura addirittura Presidente!), rappresenta un duro colpo alla lotta alla mafia nella Sicilia ed in particolare nella Provincia di Palermo dove Lumia si é notoriamente speso dando un contributo di fiducia a quanti la lotta alla mafia la fanno veramente e non a parole. Lumia paga il prezzo di un impegno straordinario quale deputato impegnato a fondo contro la criminalità organizzata per fare posto, nelle liste, a personaggi quali Vladimiro Crisafulli, il cosidetto “barone rosso” il cui soprannome la dice lunga sull’attività politica e sui metodi che questo personaggio, proveniente dal PCI , nella sua provincia ha usato per raccoglire sempre ampi conensi. E Crisafulli, che il pubblico nazionale conobbe quando in un incontro televisivo a La7 con Francesco Forgione e l’allora Presidente della Regione siciliana, Totò Cuffaro, si esercitò in un servilismo verbale nei confronti di chi, poi, é stato cosi’ pesantemente condannato dal Tribunale di Palermo, siederà in Parlamento insieme ad una pletora di cortigiani. Cortigiani, però, con tanto di pedigree che hanno quale merito d’essere o figli di chiacchieratissimi ex Ministri democristiani, o “compagne” di europarlamentari dell’ex Margherita o, addirittura, la moglie del più noto Piero Fassino. Per non dire di un Tonino portaborse dell’on. Cracolici che nei confronti di Lumia ha posto un pubblico veto sostendendo che il deputato aveva collezionato tre legislature. La domanda sorge spontanea: e Enzo Bianco? E la moglie di Fassino? E Franco Piro che nei decenni passati é saltato da un Partito di sinistra all’altro precipitando, infine, al centro del centro? Ma quante legislature, tra Ars e Parlamento, ha collezionato Piro? La verità é che questo Partito veltrusconiano altro non é se non la riedizione della vecchissima dicci’ fatta di gruppi, gruppetti, singoli, aggregati, correnti, interessi più o meno leciti. Così la ragazza palermitana del call canter dal primo posto in lista, come enfaticamente dichiarò Veltroni, passa al nono e il giovane scampato al disastro della Thyssen Kroupp che guadagnava in fabbica 1200 euro (quando gli andava bene) si troverà accanto il Presidente della Federmeccanica, Calearo, che costrinse gli operai metalmeccanici a fare 50 ore di sciopero per avere un aumento di meno di 100 euro e che guadagna TRENTAMILIONI DI EURO L’ANNO! Dunque a Beppe Lumia Veltroni gli dà il benservito mentre la Mafia ringrazia! Noi comunisti, ad uno che comunista non é mai stato, gli rendiamo onore.
PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA circolo “Peppino Impastato” DI PARTINICO

Pubblicato il 4 marzo 2008 su Articoli. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: