I NOSTRI AUGURI


QUESTA NOTTE ANCHE LE CHIESE DELLA NOSTRA CITTA’ ERANO STRAPIENE DI UOMINI, DONNE, GIOVANI.Tantissimi si sono accostati all’Eucarestia. Noi pensiamo che questa straordinaria partecipazione di popolo non sia soltanto il desiderio di perpetuare una millenaria tradizione . Pensiamo, al contrario, che l’umanità che “crede” non solo onora Dio e a Lui chiede di rafforzare la propria fede ma sostegno,ma chiede ausilio, oggi più che mai, perché nel mondo si perpetuano diseguaglianze, prepotenze,ingiustizie, l’arbitrio dei potenti.Nel mondo, quello nostro, quello di casa nostra, il mondo del vicino accanto . Ancora ad oggi dopo il sacrificio del Cristo, significativa ed esaltante metafora della capacità dell’uomo di privarsi anche della propria vita per darla agli altri ,esistono povertà e guerra e gli uomini, in ogni parte del mondo,si dividono tra coloro che hanno tanto e chi ancora non ha niente e muore letteralmente di fame nelle favelas , nelle periferie delle grandi metropoli, a Roma come a Nairobi,a Napoli come al Cairo .Che muore nelle parti più sperdute del mondo , nei campi di sterminio che ancora ignobilmente e con il nostro silenzio vigliacco esistono.E fino a quando nel mondo tutto questo si continuerà a perpetuare, Dio non potrà essere contento ,non potrà condividere che l’uomo riempia soltanto le Chiese ma gli dirà che rivoltarsi contro la tirannide é giusto,che a volte non porgere l’altra guancia é giusto, che lottare per avere il diritto ad un lavoro, ad una famiglia comunque costituita , al benessere anche materiale, é cosa buona e giusta.Nel nostro Paese c’é tanto benessere, ma ci sono 7 milioni di famiglie(a Partinico alcune migliaia di cittadini vivono con l’aiuto della carità sopratutto cristiana)che vivono ai limiti della sopravvivenza. Si continua a morire per la malasanità mentre uomini politici corrotti e corruttori la fanno da padroni nelle ASL macinando miliardi su miliardi ed alcuni mascalzoni, inseriti in apposite Commissione dispensano favori, ricattano, creano clientele e potere ed in più vogliono “gli arretrati”. Un sistema perverso,creato sopratutto da tanti di quelli che la Chiesa la frequentano, i sacramenti li ricevono, le festività le rispettano.Momumento enorme di ipocrisia, monumento enorme di farisàismo.
Auguri dunque ai giovani precari , a quelli che sono costretti a lasciare la nostra terra, a chi rischia ogni giorno la vita all’interno di una fabbrica di proprietà dei calearo e dei colannino, a chi il lavoro non lo troverà mai nemmeno durante tutto il percorso della propria vita ,a chi viene privato dell’istruzione, ai nostri vecchi abbandonati nei lager che macinano milioni della pubblica assistenza lucrando sulla loro solitudine, ai pensinati al minimo, a chi non ce la fà più.
Auguri anche a noi Comunisti perché ,seguendo l’esempio di Cristo che muore ma risorge, possiamo avere sempre la forza di gridare che UN NUOVO MONDO E’ POSSIBILE SU QUESTA TERRA.
Toti Costanzo Segretario del Partito della Rifondazione Comunista di Partinico

Pubblicato il 23 marzo 2008 su Articoli. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: