Lettera al direttore di Telejato sul personale comunale addetto al verde pubblico e alla manutenzione


Egregio Direttore,

durante il notiziario di ieri é stato letto un pezzo tratto dal nostro sito Sala Rossa, attraverso il quale ci siamo occupati specificatamente del personale addetto al  verde pubblico e alla manutenzione. Di questa lettura  La ringraziamo ma riteniamo che vadano chiarite alcune ben precise cose. 

Abbiamo scritto in Sala Rossa che durante l’ultima Giunta del Sindaco Cannizzo, di cui era parte il nostro Partito, gli operatori del verde erano 25 e 45 quelli della manutenzione, con una articolata presenza di qualifiche professionali che andavano dai geometri ed esperti coltivatori, agli elettricisti, falegnami, imbianchini, con i quali il verde era gestito in maniera eccellente e con il personale in dotazione alla Manutenzione  si era posto fine all’ utilizzo delle  imprese esterne con grande risparmio di risorse comunali. E i lavoratori citati  ,sia quelli in organico che ex LSU ,ex Articolo 23 ,ex Bertolino e per un periodo anche quelli dell’ex ditta Specioso poi transitati quasi  tutti nelle scuole ,erano stati assunti per svolgere solo e soltanto quella mansione. Abbiamo anche detto che da quella Giunta ad oggi acqua sotto i ponti ne é passata. Ma da allora ad oggi noi non possiamo credere che la stragrande maggioranza degli operatori abbiano potuto cambiare qualifica e mansone.Se cosi’ é , qualcuno ne dovrà dare conto e ragione . Ad ogni buon conto con il pezzo su Sala Rossa abbiamo inteso chiedere a questa Amministrazione comunale di dare alla città un chiaro quadro conoscitivo della situazione per evitare , come é stato con Giordano e Motisi, di sentire dichiarare dagli Assessori di turno ” CHE NON ABBIAMO PERSONALE”. Una giustificazione che abbiamo sempre respinto con forza e sdegno.

Nell’occasione , considerato che lei spesso nei suoi servizi cita il Ministro Brunetta che definisce buona parte dei lavoratori  dei “fannulloni” vogliamo chiarire la nostra posizione politica anche sulla questione :

1)dissentiamo sostanzialmente dalla  indecente definizione che dà dei lavoratori   il  Ministro .Siamo lontani mille miglia dal suo populismo e disprezzo che nutre nei confronti dei lavoratori , perché abbiamo sperimentato che quando i lavoratori hanno una seria e rigorosa guida tecnica oltre che ,ovviamente, politica e cioé vengono organizzati, gratificati, utilizzati con rispetto e rigore e dotati di strumentazione esprimono al massimo la loro professionalità .Quando, al contrario,  coloro i quali hanno un ruolo politico acconsentono ,per ragioni di miserabile clientelismo,ad operare nella difformità delle leggi e dei regolamenti ,appare evidente che i guasti sono notevoli. Farebbe bene Brunetta a perseguire i politici che usano il loro potere per creare guasti alle macchine burocratiche degli Enti locali  e non certo a quei lavoratori ,molti dei quali, percepiscono ancora ad oggi stipendi e salari di fame

2).E’ vero, però, che esiste nella pubblica Amministrazione una frangia minima di lavoratori che per ragioni diverse non rispetta il codice professionale. Si tratta, appunto per quel che riguarda il nostro Comune, di una vera e propria esigua frangia.In definitiva , comunque, possiamo affermare che i lavoratori non lavorano se chi sovraintende non ha una chiara idea in testa di quel che dovrebbero  fare e ,cosa ancora più grave, vuole utilizzarli come merce elettorale e non come operatori al servizio dell collettività senza accondiscere a comprensibili debolezze degli stessi. 

Dunque é la “mala politica “che va colpita. Da chi? Non può di certo farlo né il ministro berlusconiano né quella classe politica che é dilagata negli Enti locali, compreso il nostro, che pensano non agli interessi collettivi ma di gruppo, di cricche, di clan affaristici spesso in collusione con la mafia dei Palazzi

Aspettiamo di sapere da questa Amministrazione, come si suole dire, “lo stato dell’arte” di TUTTO il personale del Comune di Partinico per evitare gli assessori al verde , alla manutenzione o ad altro , ed alcuni di questi in perfetta buona fede per mancanza di conoscenza , possano essere impediti a svolgere con dignità il loro ruolo di Amministratori.  

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA circolo “Peppino Impastato” DI PARTINICO

13 SETTEMBRE 2008

Annunci

Pubblicato il 13 settembre 2008 su Documenti. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: