INTERROGAZIONE SULL’AREA DI VIA MULINI DESTINATA A PISCINA


AL SINDACO DI PARTINICO

PER  TRAMITE IL PRESIDENTE DEL  CONSIGLIO COMUNALE

PREMESSO 

– che con deliberazione di G.M. n. 201 DEL 4.9.2007 veniva concessa per 5 anni rinnovabili alla Società servizi comunali integrati s.p.a. l’area sita in via Mulini e di proprietà del Comune di Partinico;

– che l’atto di concessione, così come recita l’art.42 del Dlg 18 agosto 2000 n.267 punto “i” non rientra nell’ordinaria amministrazione di funzioni e servizi di competenza della Giunta, del Segretario o di altri funzionari, ma é di sola COMPETENZA DEL CONSIGLIO COMUNALE  né lo Statuto comunale attribuisce alla Giunta, al Segretario comunale o ad altri funzionari il potere di concessione di una proprietà immobiliare del Comune  ad altri Enti essendo tale prerogativa di SOLA competenza del Consiglio;

– che l’area di via Mulini é destinata nel PRG con il simbolo “VA” cioé verde attrezzato per il gioco e lo sport  e qualunque modificazione della sua destinazione é di competenza del Consiglio;

– che il Consiglio comunale di Partinico non ha mani deliberato la modificazione della destinazione di quell’area  destinandola, così come recita in premessa l’atto deliberativo della G.M. n. 201 del 4.9.2007, alla “movimentazione dei mezzi adibiti alla raccolta dei rifiuti” né ad altri servizi collaterali;

– che nell’area di via Mulini sono già state realizzate opere propedeutiche al completamento del  progetto;

– che con atto deliberativo del Consiglio comunale n.25 del 17 agosto 2000  l’area veniva trasferita a titolo gratuito alla Provincia regionale di Palermo per la realizzazione della piscina comunale;

– che con atto deliberativo di G.M.  n.192 del 21.9.2006 si autorizzava il Responsabile del Servizio LL.PP. a proporre un’accordo trasattivo all’arch. Barbara Sveva Bazan progettista della piscina  in ragione che il Giudice monocratico del Tribunale di Palermo, sezione distaccata di Partinico, accoglieva l’ingiunzione al pagamento dell’onorario per la progettazione della piscina per un totale complessivo di euro 225.000,00 .

TUTTO CIO’ PREMESSO

Il Partito della Rifondazione Comunista di Partinico chiede alla S.V. per il tramite la Presidenza del Consiglio comunale 

1) se non intende revocare l’atto deliberativo della G.M. di Partinico n. 201 del 4.9.2007 in quanto ILLEGITTIMO;

2) se non intende ricostituire il rapporto con la Provincia regionale di Palermo perché il progetto della piscina venga inserito nell’imminente Piano triennale delle OO.PP. sia del nostro Comune che della Provincia di Palermo;

3) se risulta vero che la precedente Amministrazione comunale, mentre concedeva l’area della piscina all’ATO, chiedeva alla Provincia regionale di realizzare in quell’area generiche opere al servizio dello sport abbandonando il percorso già da anni intrapreso per la realizzazione di una importante piscina olimpionica che nulla a che vedere con quelle esistenti nel nostro territorio le quali  possono continuare a ben svolgere il compito per cui sono state realizzate.

Della presente, se lo ritiene e nelle forme opportune, si chiede risposta.  

Partinico 15 ottobre 2008

Pubblicato il 15 ottobre 2008 su Interrogazioni. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: