Partinico, i sindacati denunciano: “Trenta licenziati alla Sicilconad e 60 nuovi precari”


La denuncia arriva dopo che l’accordo in discussione era stato accettato e siglato dai sindacati ma non dalla Cgil, che adesso annuncia ricorso alla magistratura del lavoro

Bufera sulla Sicilconad di Partinico. Secondo i sindacati Cgil e Filcams, sarebbero 30 i dipendenti licenziati, di cui 14 allontanati perchè ritenuti “attivisti sindacali” e contrari all’accordo proposto dall’azienda di ridurre tutti i lavoratori in precari.
Secondo le due sigle, inoltre, sarebbero 60 i posti “fissi” trasformati in precari.
La denuncia arriva dopo che l’accordo in discussione era stato accettato e siglato dai sindacati ma non dalla Cgil, che adesso annuncia ricorso alla magistratura del lavoro e metterà “a disposizione dei lavoratori non riassunti il suo ufficio legale”.
La vicenda dei lavoratori, che originariamente erano 107, nel passaggio dalla Sicilconad a due diverse cooperative (prima la “Adesso” e ora la subentrante Csgl), si sono visti ridimensionare il loro contratto con la trasformazione da tempo indeterminato a tempo determinato. E 14 di loro, tra cui i due rappresentanti delle Rsa, si sono rifiutati di accettare le condizioni proposte e non sarebbero stati più riassunti.
“Ci risulta che l’azienda li sta già rimpiazzando con nuove assunzioni – afferma il segretario della Cgil di Palermo, Maurizio Calà – La Sicilconad, attraverso la terzializzazione del servizio con cooperative prestanome, ha comunque continuato a fare gestire ai suoi dipendenti i magazzini della Conad. Già la prima coop era andata via perchè non riusciva a pagare i contributi. È chiaro che se non si applicano i contratti nazionali, in un posto di lavoro vengono meno le condizioni di sicurezza e il rispetto delle leggi”. La Cgil ha chiesto al consiglio comunale di Partinico di intervenire sul caso con una mozione in cui si chiede la riassunzione dei 14 lavoratori esclusi dal ciclo produttivo. Intanto il Partito di Rifondazione Comunista di Partinico ha espresso in una nota “solidarietà ai lavoratori” chiedendo inoltre un intervento al Consiglio comunale di Partinico.

Articolo tratto da www.paesenotizie.it

Pubblicato il 26 febbraio 2009 su Rassegna stampa. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 8 commenti.

  1. e io che avevo pensato di chiedere se c’era la possibilita di un posto di lavoro

    • Sicilconad è un’azienda molto seria e se veramente hai voglia di lavorare non esitare a mandare il tuo curriculum.
      Non fidarti di gente come quelli della CGIL che nella vita non ha mai lavorato, ma ha sempre mangiato a discapito dei lavoratori….in bocca al lupo

  2. La Cgil purtroppo non è un sindacato, ma un partito politico;
    il ruolo di questo pseudosindacato è stato via via snaturalizzato e al fine di fare i propri interessi rischia di danneggiare molti lavoratori.
    Sicilconad è senza dubbio una delle aziende più serie della Sicilia (una delle poche) che lavora, cresce, investe e paga molto bene (ci sono magazzinieri che guadagnano 1.400 Euro al mese), cosa che in verità non fa sicuramente la CGIL; sono sicuro che i lavoratori non riaffermati, hanno pagato la loro voglia di non far nulla come peraltro predica la CGIL… Purtroppo in un periodo di crisi come quello attuale un posto di lavoro ha un valore enorme e l’unica cosa che può garantirlo non è l’appartenenza o meno ad uno pseudosindacato che ha come unico obiettivo quello di forzare uno dei pochi fortini di serietà rimasti in Sicilia (Sicilconad) ma la voglia di lavorare e la professionalità.

  3. Sono concorde con tutto quanto scritto fino ad ora…
    Conosco molta gente che lavora in Sicilconad e ne parla benissimo..e conosco molti altri che farebbero carte false per lavorare con questa azienda ed è una vergogna che venga attaccata in questo modo

  4. Io sono solidale con quanti hanno perso il lavoro, soprattutto in un periodo come quello attuale.
    Non essendo a conoscenza dei fatti, non voglio sbilanciarmi anche se conosco molta gente che parla benissimo di quest’azienda che andrebbe protetta più che attaccata.

  5. Io sono solidale con quanti hanno perso il lavoro, soprattutto in un periodo come quello attuale.
    Non essendo a conoscenza dei fatti, non voglio sbilanciarmi anche se conosco molta gente che parla benissimo di quest’azienda che andrebbe protetta più che attaccata.
    Ricordiamoci che sono le aziende che creano benessere sicuramente non la CGIL.

  6. Il comunismo è morto e sepolto, come si può essere tanto miopi.

  7. Sono un lavoratore presso la Sicilconad,e posso dire che vivo questa attivita da ben 10 anni. La gente per infangare i panni altrui non sa cosa dire ,e come fare. ma vi posso assicurare che non e cosi..anzi e l’unica azienda che offre un lavoro di stabilita e sicurezza .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: