No a Sinistra senza aggettivi


Una “Sinistra senza aggettivi” non convince – spiegano i promotori dell’area Rifondazione per la Sinistra dentro il Prc – perché svilisce la ricchezza di punti di vista e di temi che non sono sintetizzabili.

Sulle scadenze elettorali quindi non riteniamo sufficiente mettere insieme la parola Sinistra con quella di Libertà per fare una lista veramente di Sinistra. Bisogna provare a mettere in campo una lista e un progetto che alludano ad un’alternativa alla società contemporanea basata esclusivamente sul profitto e sul mercato. Una lista naturalmente collocata nel Partito della Sinistra Europea fuori dal consociativismo (popolare-liberale-socialista) dei tre partiti che fanno le politiche e propongono i trattati costituzionali impopolari.
Per questo lavoreremo su una lista che parta dal Partito della Rifondazione comunista per abbracciare le esperienze politiche e sociali antiliberiste”.

L’area Rifondazione della Sinistra nel PRC rilancia con queste parole d’ordine e attraverso una due giorni di iniziative e dibattiti a livello nazionale il proprio impegno per l’unità della Sinistra, anche riprendendo la sollecitazione proveniente dall’appello de Il Manifesto.

Venerdi 13 marzo, dalle ore 17,30, presso il Residence Ripetta di via di Ripetta, tavola rotonda dal titolo “Una sinistra per un progetto alternativo di società”. Presiede Milziade Caprili, già vicepresidente del Senato, introduce Stefano Zuccherini, ex senatore, intervengono:
Fausto Bertinotti, ex presidente della Camera, Luciana Castellina, già europarlamentare e giornalista del manifesto, Carlo Podda (segretario Funzione Pubblica Cgil), Bianca Pomeranzi (esponente del movimento per la Pace e femminista, Mario Tronti (filosofo).

Sabato 14 marzo, a partire dalle ore 10, presso il Centro Congressi Frentani (via dei Frentani) si terrà la prima Assemblea nazionale dell’area, che ha per titolo “Nel Prc per rifondare la Sinistra” e che coinvolgerà oltre duecento compagne e compagni da tutta Italia.
Saranno presenti, tra gli altri, quaranta dirigenti nazionali del Partito (membri di CPN e CNG), il segretario regionale della Calabria e della Valle d’Aosta, una dozzina di segretari provinciali (da Pordenone a Prato, da Bergamo a Cosenza), molti dirgenti dei Giovani Comuniste-i. Inoltre, la discussione coinvolgerà compagne-i che svolgono attività nel sindacato, nei movimenti territoriali  (come No-Mose di Venezia, No-coke di Civitavecchia), nei movimenti femministi e nei collettivi studenteschi.

L’area Rifondazione nella Sinistra nel PRC rilancia dunque, attraverso questa due giorni, il proprio impegno per l’unità della Sinistra.
“Vogliamo discutere – dicono i promotori dell’area – sulla fase politica per proporre una risposta credibile alla gravissima crisi economica e sociale in atto. Per questo chiederemo contributi a tutte le culture critiche che hanno dato vita alla Sinistra (da quella femminista a quella ambientalista). Abbiamo infatti l’ambizione di contribuire al processo di ricostruzione partendo dalla valorizzazione delle differenze”.

Pubblicato il 10 marzo 2009 su PRC. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: