Documento politico del PRC di Partinico: “Sciogliere gli ATO rifiuti”


rifondazione_logo2006-new

La situazione della raccolta dei rifiuti solidi urbani nel nostro Comune manifesta ogni giorno di più i suoi limiti con gravi effetti di carattere igienico-sanitario. La nascita dell’ATO rifiuti dentro il quale organismo hanno amministrato sia le forze del centro destra così come, per un periodo, anche quelli del Partito Democratico, è la palese dimostrazione del fallimento di una operazione di chiaro stampo clientelare che ha visto la nascita di un carrozzone utile soltanto alla collocazione in posti di responsabilità di ex politicanti, ex sindaci ed ex consiglieri provinciali ai quali è stata affidata la responsabilità della gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti dietro lauto e sostanzioso compenso e quale riconoscimento ai livelli di dipendenza e “fedeltà” con personaggi della politica provinciale e regionale.

Né vi è cittadino che si senta di giustificarne ancora il mantenimento non solo perché il servizio raccolta rifiuti non ha niente di meglio rispetto alle precedenti gestioni comunali, ma soprattutto per gli alti costi. E’ di ieri la notizia che il Comune di Alcamo è stato costretto ad aumentare del 120% i costi del suo servizio suscitando il giusto risentimento dei cittadini aggravati, ulteriormente, da una crisi economica che tocca ogni famiglia soprattutto appartenente al cosiddetto ceto medio. Ci chiediamo: quale sarà la tariffa applicata dal Comune di Partinico per i nostri concittadini? Quanto dovremo pagare per avere espletato un modesto servizio?

Noi non vogliamo più gli ATO e lo dobbiamo dire alto e forte. Nè possiamo tollerare che la gestione della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti di tutti gli 83 Comuni della Provincia di Palermo possa passare nelle mani di pochi politicanti speculatori così come sta avvenendo per gli ATO idrici. Né ci presteremo ad opportunistiche manovre degli amministratori dell’ATO di Partinico e di alcuni Sindaci, tra cui quello della nostra città e che dell’Assemblea dell’ATO fanno parte condividendo tutto, che furbescamente intendono scaricare costi del disservizio e soprattutto le responsabilità sulla Regione siciliana. Un’operazione trasformistica e dilatoria con il chiaro scopo di mantenere saldi i posti di sottogoverno acquisiti non certo per capacità ma per appartenenza a questo a quel pezzo di Partito del centro-destra palermitano. Scaricare i costi sulla Regione altro non significa che scaricarli nuovamente sui cittadini.

Noi vogliamo che la gestione della raccolta dei rifiuti urbani ritorni ai Comuni. Che ritornino ai Comuni i mezzi e i dipendenti, compresi tutti i nuovi assunti che vanno adeguatamente distribuiti tra i Comuni che dell’ATO sono parte, i quali non devono pagare i disastri e le responsabilità dei pessimi amministratori. Noi vogliamo che si costituiscano liberi Consorzi tra Comuni territorialmente vicini con amministratori competenti e disponibili ad operare senza alcun compenso, con uomini e mezzi esistenti e, dunque, senza costi aggiuntivi per la collettività. Consorzi tra Comuni che abbiano quale scopo quello di instaurare una nuova stagione che veda la politica ridiventare servizio, ritornare nelle mani dei cittadini e non certo opportunità per carriere, vantaggi e sprechi. E vogliamo che i cittadini paghino nella misura contenuta ed in ragione alle loro possibilità. Né un euro di più.

Per questa nostra battaglia chiediamo il sostegno non solo dei cittadini ma anche di quei Consiglieri comunali sensibili a queste problematiche che esistono anche all’interno del nostro Consiglio comunale e che ne hanno dato prova con i loro interventi critici e le loro continue sollecitazioni nei confronti dell’Amministrazione comunale e degli amministratori dell’ATO.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA 

circolo “Peppino Impastato” di Partinico

Partinico 12 marzo 2009.

Pubblicato il 12 marzo 2009 su Documenti. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: