Richiesta decadenza segretario comunale


AL SINDACO DI PARTINICO

AL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PARTINICO

 Il Testo unico sull’Ordinamento degli Enti locali, all’art. 97 recita che il Comune e anche le Province hanno un Segretario dipendente dell’Agenzia Autonoma  per la gestione dell’Albo dei Segretari  comunali  il quale “svolge compiti di collaborazione e funzioni di assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi degli Enti  in ordine alla conformità dell’azione amministrativa  alle Leggi, allo Statuto, ai Regolamenti”. In una parola il Segretario comunale rappresenta una garanzia sia per la Giunta  che per il  Consiglio comunale al fine del rispetto della legalità degli atti.

Ora, appare del tutto evidente come nella vicenda dell’assegnazione del bene confiscato di via Fermi  ad una Associazione Temporanea di Imprese sia stata commessa, da parte della Commissione che esaminava gli atti e aggiudicava il bene, una palese illegalità e cioè quella di giustificare la costituzione di un’ATI quando  le Associazioni temporanea per la loro definizione e caratteristiche altro non sono se non un’aggregazione, appunto temporanea e occasionale, tra imprese per lo svolgimento di un’attività LIMITATAMENTE AL PERIODO NECESSARIO PER IL SUO COMPIMENTO. Appare del tutto evidente, allora, come  l’assegnazione per trent’anni di un bene così come previsto dal bando, non si configura come ELEMENTO TEMPORANEO ED OCCASIONALE  per cui, a prescindere dalla natura giudica delle Associazioni, quell’ATI era assolutamente e giuridicamente improponibile. Né va sottovaluto come il Bando tra le “CARATTERISTICHE” del progetto prevedesse la realizzazione di un “Centro culturale-ricreativo per giovani” mentre, di fatto il bene sarebbe assegnato anche a due associazioni che nulla hanno a che spartire col mondo giovanile. Per tali considerazioni il Partito della Rifondazione Comunista di Partinico ritiene che il Sindaco debba procedere con immediatezza alla esautorazione dall’incarico del Segretario comunale che, tra le altre cose, della Commissione assegnataria era il Presidente e, dunque, responsabile delle palesi illegalità. Ciò a salvaguardia della legalità dei successivi atti amministrativi del Comune di Partinico e degli interessi della comunità.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

circolo “Peppino Impastato” di Partinico

Partinico 8 agosto 2009

Pubblicato il 8 agosto 2009 su Documenti. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: