Considerazioni sull’assemblea organizzata dalla CIA


L’Assemblea organizzata dalla Confederazione Italiana Agricoltori di Partinico, che ha avuto luogo ieri presso il Palazzo dei Carmelitani di Partinico, pone alcune brevi considerazioni.

– La CIA  è rimasta l’unica organizzazione che si occupa delle questioni della agricoltura siciliana con una ben precisa piattaforma rivendicativa a sostegno delle aziende agricole.

– La  partecipazione degli agricoltori sempre più modesta é il sintomo di una sfiducia dei lavoratori nei confronti della Politica agricola regionale.

– La presenza ai lavori dell’Assemblea del Presidente del Consiglio di Partinico Gioacchino Albiolo, dell’Assessore  alle attività produttive, Vito D’Amico e dei consiglieri Piero e Renzo Di Trapani e   di Pino Giovia, seppur encomiabile, tuttavia è la dimostrazione come l’assenza di altre forze politiche e della stragrande maggioranza dei consiglieri comunali sia il sintomo di uno scollamento grave  tra i problemi reali e chi dovrebbe alla crisi dare risposte concrete e decisive.

Tuttavia quel che ci ha fortemente colpiti è come ancora una volta in maniera pervicace l’Amministrazione comunale non abbia voluto dare una chiara risposta al nostro Partito che chiede ormai da tempo il ripristino, la riorganizzazione  e ricostruzione con l’uso del personale tecnico di cui dispone il Comune ,  dell’Assessorato all’Agricoltura. Uno strumento organizzativo, questo,  che se riattivato può ancora servire  ad un territorio come il nostro in cui l’attività agricola è preminente rispetto ad altre attività economiche. Né può ritenersi  sufficiente, seppur anch’essa utile, l’azione dell’Amministrazione che pensa di dare risposte ad un comparto che opera su sette mila ettari di territorio irriguo e a forte vocazione vitivinicola, con la stipula di una ennesima transazione tra i gestori degli stand nel mercato comunale, l’accordo con alcuni supermercati di Partinico per l’uso di spazi espositivi per la vendita diretta dei prodotti dell’agricoltura, con l’apertura si un sito e con l’affidamento ai produttori di qualche ulteriore stand in un mercato fatiscente come il nostro. La nostra agricoltura ha bisogna di ben altre serie e robuste iniziative partendo dalla gestione rigorosa e seria non solo della funzionalità del Consorzio di Bonifica scandalosamente ad oggi ancora inattivo e dunque della distribuzione dell’acqua dell’invaso Poma, ma che vede il silenzio della Giunta Lo Biundo per ragioni tutt’ora inspiegabili.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

circolo “Peppino Impastato” di Partinico

Partinico 16 aprile 2010

Pubblicato il 16 aprile 2010 su comunicati stampa. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: