Il PRC di Partinico dissente dalle incredibili dichiarazioni rilasciate dal Sindaco su tematiche ambientali


Il Partito della Rifondazione Comunista di Partinico dissente dalle incredibili dichiarazioni rilasciate di recente alla stampa  dal Sindaco di Partinico relativamente a due questioni che da tempo anche noi sosteniamo: una seria attivazione della campagna di raccolta differenziata nel nostro Comune e la ricostituzione della Squadra Operativa Antinquinamento. Si tratta di due provvedimenti assolutamente necessari ed  indispensabili  per una politica che non sia improvvisata e gestita in maniera superficiale e dilettantistica. Il primo provvedimento, cioè la ricostruzione della SOA,  vedrebbe il Comune elemento sensibile e propositivo nella costruzione degli elementi di difesa  della salute dei cittadini e della salvaguardia del nostro territorio. Il secondo   ridurrebbe al massimo il conferimento dei rifiuti nella discarica di Baronia  che fra pochi mesi rischia il collasso. Dunque la  SOA si è dimostrata, quando è stata attivata e sostenuta con determinazione, uno strumento di controllo  e di salvaguardia  del nostro territorio soprattutto periferico  a cui fece ricorso, per la prima volta e con  risultati straordinari, la Giunta del Sindaco Geraci in una convulsa stagione – quella dell’estate del 1992 –  rimasta negli annali della storia del nostro Comune. Siamo nella condizione, come Partito, di fornire al Sindaco di Partinico tutti i risultati allora ottenuti e di cui disponiamo quando il Comune ha voluto costruire questo strumento concreto e serio a tutela del nostro territorio. Per quel che riguarda la raccolta differenziata va segnalata a questa amministrazione disattenta ed inesperta l’esperienza già in atto in alcuni pezzi di territorio di  un Comune come quello di Palermo –per non citare Alcamo –  le cui condizioni di disastro sono all’attenzione dell’opinione pubblica nazionale. A Palermo, è notizia di ieri, circa 75 mila cittadini – cioè più del doppio di quelli di Partinico – ed  in poco tempo hanno scelto la raccolta selezionata che ha portato già al 60/65 la percentuale di rifiuti differenziati. Un risultato importante dal punto di vista ambientale ma soprattutto economico. La verità è che – e lo diciamo senza alcuna acrimonia – che questa Amministrazione comunale risulta uno strumento insufficiente oltre che incompetente per la soluzione dei più importanti e critici problemi della nostra città.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

circolo“Peppino Impastato” di Partinico

Partinico 30 giugno 2010

Annunci

Pubblicato il 30 giugno 2010 su comunicati stampa. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: