Lettera al direttore di Telejato sulle condizioni del cimitero di Partinico


Caro Direttore,

abbiamo molto apprezzato il servizio di ieri sul nostro Cimitero. Un luogo di rispetto e sacralità che i pochissimi dipendenti assegnati  tentano di mantenere ad un livello di decoro anche se come Lei ha fatto notare i problemi sono altri e attengono soprattutto alla restauro dei vecchi loculi, alla sistemazione della viabilità interna in parte dissestata, al funzionamento dell’ascensore e alla macchina spazzatrice. Cioé tutti problemi che attengono al ruolo dell’Amministrazione comunale e nello specifico al ruolo dell’Assessore al ramo di cui nessuno riesce a comprendere quale esso sia. C’è tuttavia nel suo intervento a braccio un’affermazione che ci permettiamo di integrare per la conoscenza dei telespettatori e cioè quando Lei afferma, a proposito della mancanza di illuminazione sia all’interno del cimitero  che quella cosiddetta votiva, che neppure le precedenti Amministrazioni hanno voluto dare una definitiva risposta  a tali questioni. Ciò è vero ma lo è in parte se consideriamo, ad esempio, che durante la sindacatura Motisi il nostro Partito che quel sindaco sosteneva  tentò di convincerlo che bisognava CON I NOSTRI DIPENDENTI ELETTRICISTI  assai esperti e qualificati, realizzare la rete di illuminazione votiva con lo scopo di ricostruire anche il RUOLO  cioè l’elenco dei fruitori-contribuenti, la qual cosa avrebbe consentito al Comune di introitare risorse da investire sempre nel Cimitero per migliorarlo. Dobbiamo dire che questa nostra proposta non trovò d’accordo alcuni esponenti dell’allora Partito del Sindaco che ipotizzavano, al contrario,  l’affidamento ai privati sia dei lavori che della riscossione dei canoni. Cioè si voleva ritornare agli anni ’70 quando il servizio fu affidato ad una ditta privata  che lo gestì per tantissimi anni nella maniera più precaria e dunque speculativa. Ovviamente a quella soluzione ci siamo opposti. Né risulta chiaro il pensiero dell’attuale Amministrazione probabilmente interessata ad altre più proficui affari, quali ad esempio la Policentro e tutto ciò che attorno a questo gira e potrà girare. Il nostro Partito, così per come è stato relativamente alle proposte per la viabilità interna ed esterna, nel 2008 in occasione della presentazione del Piano triennale  delle Opere Pubbliche presentò delle proposte per migliorare le condizioni del Cimitero. Ovviamente quelle proposte sono rimaste, come si suole dire, lettera morta. Ci chiediamo: c’è qualche consigliere comunale che di questo problema intende occuparsi con costanza ed impegno?

Grazie dell’ospitalità.

PARTIO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

circolo“Peppino Impastato” di Partinico

25 agosto 2010

Pubblicato il 25 agosto 2010 su comunicati stampa, Documenti. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: