Lettera al direttore di Telejato


Egr. Direttore, desideriamo puntualizzare soltanto due cose. 

La prima riguarda il suo servizio di Sabato scorso a proposito della politica partinicese. Capita spesso che lei sostenga come a Partinico manchi “la politica” perché mancano i Partiti. Ci permettiamo di dissentire almeno per quel che riguarda il nostro Partito che, come Lei sa, ha una sede, gli iscritti, il suo ruolo. Per amore di verità dobbiamo dire che in città esistono almeno altri due Partiti, il PD e l’IDV, che dispongono di un luogo simbolo, la sezione o Circolo, dove svolgono la loro attività senza dimenticare che in Consiglio comunale opera  un’opposizione costituita da almeno due gruppi che a parere nostro svolgono egregiamente la loro funzione di oppositori e dunque sviluppando una forte azione politica. Ci riferiamo ai gruppi consiliari dell’MPA e degli indipendenti provenienti dall’ex UDC. Di questi Partiti, ovviamente compreso anche il nostro, e dei gruppi consiliari citati si possono non condividere le strategie, il ruolo, l’azione, ma non possiamo dire che non esistano e non svolgano un ruolo. Quel che non esiste – è qui Lei ha assolutamente ragione – è la politica di quanti sostengono questa Amministrazione comunale. Si tratta di un agglomerato di singoli e di associati  la cui esistenza si lega, molto spesso,  al contingente, al deputato regionale o nazionale, portatori dunque di interessi ristretti e sicuramente  particolari. Neppure il PDL, e questo lo riteniamo come un fatto negativo per la vita politica della nostra città, dispone di un luogo che non rappresenta  soltanto un simbolo ma, nell’immaginario collettivo e nella storia degli uomini e delle donne di appartenenza, lo strumento concreto che contribuisce o deve contribuire alla discussione e assunzioni di decisioni e, dunque, alla crescita della nostra città in tutte le sue articolazioni.

La seconda puntualizzazione. Il neo Assessore all’Ambiente, Bartolo Parrino, di cui abbiamo sempre apprezzato la vivacità intellettuale ma non certo il suo funambolismo, ha esordito nel peggiore dei modi. Alla sua emittente ha rilasciato Sabato scorso un’intervista dai contenuti fumosi, vaghi, assolutamente fuori dal contesto crudo in cui sul piano ambientale è precipitato il nostro territorio, specie con l’Amministrazione Lo Biundo. Ma la cosa più grave è l’affermazione fatta a proposito della distilleria, della sua azione, degli effetti sulla vita, sull’ambiente ed anche sulla salute dei cittadini nei confronti dei quali  – ha dichiarato  l’Assessore – si svilupperà la sua azione di amministratore. Dunque lui da un lato fa una dichiarazione d’intenti – cioè la difesa della salute dei suoi concittadini che vogliamo assumere per buona – e dall’altro stigmatizza come nei confronti dell’industria si sarebbero sviluppate  anche “integralistiche azioni”. E per evitare che il suo pesante, grave  giudizio cadesse nel vuoto, nella fase conclusiva  dell’intervista, e perché non ci fossero dubbi, ha voluto ancor più  precisare  che  nei confronti della distilleria – citiamo testualmente –  “non si devono utilizzare né gli slogan, né azioni prevenute o azioni intrise di integralismo”. Dunque mentre Sabato notte nel  mare di S. Cataldo tramite il Nocella  veniva sversata una massa enorme di materiale inquinante rossastro e  visibile anche da lunghe distanze  di cui l’Assessore Parrino insieme ai sindaci di Trappeto e Terrasini dovrebbero manifestare preoccupazione, dopo le sue discutibili quanto inopportune dichiarazioni  il nostro pensiero è andato al nostro amico e compianto Nino Amato così come alle  oltre sue duecento querele. Egregio Direttore, tanti di noi che lottano  non l’industria in sé quanto gli effetti della azione dei processi produttivi della distilleria fin dal 1984, saremo  anche integralisti e prevenuti, ma davanti alle sue oltre duecento querele non pensa  che di questi integralisti – secondo il pensiero recondito di Parrino – Lei non sarebbe altro  se non una specie di Bin Laden riveduto, corretto e adattato all’ambiente, oltre che lazzarescamente resuscitato?

Grazie sempre dell’ospitalità

 Partinico 07/11/2011

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA

CIRCOLO  “Peppino Impastato” di Partinico

Annunci

Pubblicato il 7 novembre 2011 su Documenti. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: