DOCUMENTO APPROVATO DAL “CONSIGLIO CITTADINO” DELLA SEDUTA DEL 18 DICEMBRE 2011


Il consiglio cittadino di Partinico, nato dalla volontà di Rifondazione Comunista e di alcuni movimenti civici, ha approvato un documento sulla questione Bertolino avanzando alcune proposte all’amministrazione comunale. Tra queste, quella di affidare un incarico all’università di Palermo per sottoporre gli impianti della distilleria ad un rigoroso monitoraggio. Si chiede inoltre di delocalizzare al più presto l’industria e risanare tutta l’area oggi occupata dagli impianti. (da http://www.teleoccidente.it)

***************************************************

Al Sindaco di Partinico

Al Presidente del Consiglio Comunale di Partinico

All’Assessore all’Ambiente e Sanità del Comune di Partinico

Considerato che la reiterata richiesta di convocazione del Consiglio Comunale di Partinico aperto alle associazioni, ai partiti anche non rappresentati in Consiglio, ai singoli cittadini sulla “questione Bertolino”, non ha trovato ancora accoglimento da parte sia della Presidenza del Consiglio Comunale di Partinico sia della stessa Amministrazione Comunale, in data odierna viene costituito un CONSIGLIO CITTADINO, organismo aperto a quanti ne intendessero far parte con lo scopo di discutere di tutte quelle questioni che hanno al centro l’interesse generale dei cittadini di Partinico e del nostro territorio.

Per tale ragione nella seduta odierna, il Consiglio cittadino ha posto al centro della discussione, approvandolo, il seguente documento:

– che  la questione della distilleria Bertolino, industria insalubre di 1a classe, e degli eventuali effetti della sua azione sull’ambiente e sul contesto urbanistico deve essere ancora oggetto di discussione ed approfondimento;

– che la presenza della citata distilleria, seppure rappresenti un’industria nei confronti della quale vanno anche considerati gli eventuali effetti a sostegno dell’agricoltura e del lavoro, risulta tuttavia ormai assolutamente incompatibile col contesto abitativo urbano, oltre che recante danno allo sviluppo urbanistico della nostra città in direzione del mare, facendo venir meno gli effetti positivi che questo rappresenterebbe per uno sviluppo anche turistico della città;

– che il PRG prevede la presenza nel nostro territorio di un’area destinata a industrie insalubri di 1a classe dove potrebbe trovare allocazione l’industria;

– che risulta assolutamente insufficiente l’azione politico-amministrativa dell’attuale Amministrazione Comunale di Partinico nei confronti della “questione” avendo manifestato, almeno fino ad oggi, evidenti elementi di incapacità risolutiva anche per quel che riguarda il problema della “delocalizzazione” della distilleria;

– che la stessa Amministrazione Comunale non ha fornito alcun pubblico elemento di certezza sull’innocuità degli effetti dell’industria sull’aria e sull’acqua limitando la sua azione, per quel che risulta, a modesti interventi aspramente criticati soprattutto dall’emittente TeleJato che ha posto con forza la necessità di rivedere la funzionalità degli impianti tecnologici, la compatibilità urbanistica, l’uso dei prodotti di alimentazione dell’industria, gli accorgimenti previsti dalla legislazione al fine di eliminare gli effetti dei nauseabondi odori molesti prodotti dalla distilleria;

– che le affermazioni secondo cui l’Amministrazione Comunale da tre anni è impegnata a concordare con la proprietà della distilleria le modalità di delocalizzazione siano inverosimili o, in ogni caso, in contraddizione con la funzionalità delle conferenze dei servizi, che dovrebbero snellire le pratiche burocratiche e non prolungarle.

PER TUTTE QUESTE RAGIONI IL CONSIGLIO CITTADINO

PROPONE ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI PARTINICO:

1)      affidare un incarico all’Università di Palermo (facoltà di chimica industriale), affinché, a partire dagli elementi oscuri evidenziati in questi decenni di lotte ambientaliste, gli impianti tecnologici della distilleria siano sottoposti a rigoroso monitoraggio relativamente all’efficienza e all’efficacia, che possa individuare le soluzioni atte ad identificare l’industria quale fonte di non inquinamento dell’acqua e dell’aria;

2)      procedere con tutti gli strumenti di cui il nostro Comune dispone al processo di immediata delocalizzazione della distilleria, in tempi brevi e con decisioni certe e di pubblica conoscenza;

3)      procedere col consenso della proprietà al risanamento di tutta l’area attualmente utilizzata  dalla distilleria, affinché quest’area possa inserirsi nel contesto urbano della città e dei progetti di sviluppo compatibili con le nuove, future necessità urbanistiche di Partinico (ad esempio pensando ad un nuovo quartiere residenziale, che disponga di ampie zone adibite a verde pubblico, le quali permetterebbero di riqualificare tutta la parte settentrionale della città, attualmente fortemente penalizzata dalla presenza di questo colosso industriale).

Il Consiglio Cittadino si impegna, altresì, a ricercare tutte le soluzioni per risolvere definitivamente il problema dell’inquinamento del Puddastri che trasferisce a mare non solo i reflui di Partinico, ma anche di tutti gli insediamenti abitativi e le attività produttive inquinanti che scaricano sul torrente.

A tal proposito, il Consiglio accoglie la proposta dei giovani rappresentanti della città di Trappeto che prevede l’estensione delle attività di sensibilizzazione al di là dei confini di Partinico, con iniziative che dovranno svolgersi appunto nei comuni limitrofi (Trappeto, Balestrate, Montelepre, Terrasini, etc).

L’attività del Consiglio Cittadino sulla “questione Bertolino” non si estinguerà fino a quando la politica non darà adeguate risposte alle richieste largamente condivise dalla cittadinanza, ma costantemente ignorate dagli rappresentanti istituzionali e dagli amministratori comunali.

Pubblicato il 12 gennaio 2012 su Documenti, Rassegna stampa. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: