VOGLIAMO CHE PARTINICO RIPARTA DA QUI!


A Partinico, paese delle macchine bruciate, del voto di scambio, delle clientele varie, dei favori agli amici, paese in cui si cambia tutto per non cambiare niente, qualcosa si muove!

 
Ed è un imprenditore locale che con un grande gesto di coraggio ci fa capire che le cose possono cambiare, che dire no alla mafia è possibile, che cambiare questa terra è possibile.
Oggi vogliamo essere ottimisti. Oggi vogliamo dire che una macchina bruciata non fa più paura, ma provoca sdegno. Oggi vogliamo mettere in primo piano la ribellione di una famiglia, vogliamo concentrarci su quel gesto di denuncia che è molto più forte e molto più importante di qualsiasi macchina bruciata, di qualsiasi tentativo di estorsione.
Non vogliamo dire, ovviamente, che la mafia non fa più paura. Piuttosto vogliamo dire che oggi la denuncia fa paura. Vogliamo dire che oggi la società civile ed onesta vince, che per una volta siamo noi a far paura.
Il tentativo di estorsione ad opera del giovane rampollo, figlio di Francesco Tagliavia che in passato apparteneva alla corrente mafiosa antagonista ai Vitale Fardazza di Partinico, ci dice che la mafia continua a rigenerarsi. E che quindi per sconfiggerla non basta il coraggio di pochi, ma l’unione di tutta la società civile.
Vogliamo che Partinico riparta da qui: da questo gesto forte di chi dice no alla mafia.Questa famiglia non deve essere lasciata da sola, perché se è vero che il loro gesto dimostra che un cambiamento è possibile, è anche vero che il cambiamento diventerà reale solo se questa lotta verrà portata avanti da tutti.
Il primo gesto di solidarietà concreta è il consumo critico, cioè il sostenere le imprese che si rifiutano di pagare il pizzo. Il secondo è la denuncia di tutti gli altri commercianti e imprenditori che, purtroppo, non hanno saputo dire no a questo cancro della società.
Un giorno tutto ciò non sarà più solo l’esempio del coraggio di pochi, ma il modo di vivere di tutti.
 

Giovani Comunisti/e Partinico

Rifondazione Comunista Partinico, circolo “Peppino Impastato”
Annunci

Pubblicato il 8 gennaio 2013 su Articoli. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: