L’acqua pubblica non s’ha da fare! Parola di Crocetta e Lo Biundo.


logoObbedienzacivile

Volantino distribuito ieri in Piazza Duomo

I cittadini non arrivano a fine mese
ma Crocetta non vuole rinunciare ai suoi affari…E il fido Lo Biundo dice NO alla gestione comunale dell’acqua.

Nel 2012 il popolo italiano e quello partinicese si sono espressi inequivocabilmente perché l’acqua ritornasse pubblica e quindi nelle mani dei Comuni.

Sono passati due anni, ma lor signori continuano a volerla mantenere ai privati o ad imprese pseudo-pubbliche. Il Presidente Crocetta, l’uomo degli slogan e del fumo, diceva in campagna elettorale: “L’acqua deve essere solo pubblica”.

Ovviamente era solo un imbroglio!!!

Ma c’è chi non si china e combatte per le proprie comunità come isindaci di Cinisi, Terrasini e Trappeto che non desistono nel volere gestire la loro acqua. Crocetta li sta ostacolando in ogni modo mentre loro non si arrendono.

C’è, invece, UNO COME IL SINDACO DI PARTINICO che tace per non fare sgarbi al suo padrino politico dell’ultima ora (visto che ne ha cambiati diversi a convenienza…), lui che NEL GENNAIO DEL 2009 REGALO’ L’ACQUA AI PRIVATI DELL’A.P.S.

Il fatto è che Lo Biundo, pur di tentare di salvarsi, non fa altro che dire come i problemi del nostro Comune siano colpe degli altri. Così per le Zone Franche Urbane e, addirittura, per i randagi che a suo dire sono portati a Partinico dagli altri Comuni vicini (sic!).

I consiglieri Ricupati e Speciale hanno subito portato in consiglio 2 interrogazioni per far ritornare il Comune in possesso delle proprie reti.

Ma Lo Biundo e Campione hanno detto no alla gestione comunale!

perché, a loro dire, servirebbero:

400.000 euro per l’impianto di depurazione

250.000 euro per spese energia elettrica

300.000 euro per manutenzioni ordinarie e straordinarie.

Peccato chefino al 2008, quando Lo Biundo regalò le reti ad APS, i proventi accertati dalla gestione diretta del Comune erano pari a 1.300.000.

In pratica IL NOSTRO COMUNE POTREBBE AVERE

UN ATTIVO DI 350 MILA EURO!!

Dunque, non prendano in giro i cittadini!

La verità è che loro stanno svendendo ai privati, per ragioni clientelari e speculative, non solo i beni immobili (le aree del villaggio Luna, della piscina intercomunale e della struttura di via Montelepre) ma anche i servizi del nostro Comune (acqua, rifiuti, strisce blu, etc)

Pubblicato il 9 febbraio 2014 su VOLANTINI. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: