Archivi categoria: Elezioni

Il voto referendario a Partinico


Annunci

RIFLESSIONI POST REFERENDUM


Referendum costituzionale: risultati definitivi Partinico.


Foto attacchinaggio


Referendum costituzionale: volantino.


iniziativa referendaria a Trappeto


Referendum costituzionale: volantino


Iniziativa referendaria: Le ragioni del NO


Iniziativa “Modifiche alla costituzione: le ragioni del No” [foto]


Posted by Rifondazione Comunista Partinico on Sunday, November 13, 2016

No alla manomissione della Costituzione


Acqua pubblica. Report dell’incontro con Antonella Leto


Ieri abbiamo tenuto un incontro su acqua e servizio idrico, partendo da quella famosa vittoria del referendum del 2011, dal mancato rispetto di quei principi sanciti da uno dei pochi strumenti di democrazia che ci sono rimasti.

Non è il primo (in questi mesi abbiamo parlato in assemblee come queste di rifiuti e di agricoltura) e non sarà neanche l’ultimo che il nostro gruppo lancerà per due motivi:
1) la politica senza il coinvolgimento della gente non è vera politica;
2) soprattutto a Partinico c’è bisogno di risvegliare l’interesse comune su temi che sembrano distanti ma che invece incidono sulla vita di tutti i giorni e sui quali la maggior parte della popolazione lascia che siano sempre e soli gli altri a decidere limitandosi dunque a subire.

Nostra ospite è stata Antonella Leto, che oltre ad essere un’importante componente dei Forum dell’Acqua pubblica ha deciso di candidarsi nella lista della sinistra unita “L’Altra Europa con Tsipras” alle ultime europee, ritenendo che ad esempio di fronte ai meccanismi perversi di cui abbiamo parlato ieri a proposito di acqua (in cui spesso le scelte politiche sono un paravento di affari) bisogna porsi in prima linea per provare a smantellare un sistema sempre più forte e sempre meno contestato.

Abbiamo avuto il piacere di raccogliere testimonianze e riflessioni da parte di Giuseppe Barbaro (già consigliere comunale del Comune di Borgetto, che non consegnò le reti alla fallita APS) e Salvo Randazzo (assessore del Comune di Trappeto che sta lottando per ritornare in possesso delle reti idriche e ha ottenuto già due sentenze favorevoli).

Noi porteremo avanti questa battaglia a Partinico con tutti coloro che pensano che l’acqua sia un bene pubblico, inalienabile e sulla quale non si può fare profitto.
Presenteremo nei prossimi giorni in consiglio comunale una proposta di delibera per far inserire nello Statuto Comunale che il nostro Comune definisce il sistema idrico integrato come “PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA”.
Con la speranza che venga votata favorevolmente da tutta l’assise civica.

Assemblea pubblica: Servizio idrico: i disastri della Regione Sicilia e l’inerzia del Comune di Partinico


SABATO 12 APRILE 2014 ore 17
Palazzo dei Carmelitani – Partinico 

Nel nostro territorio su due temi cruciali come l’acqua e i rifiuti si decide il futuro. Vogliamo parlarne e discutere affinché siano scelte fatte con coscienza ed informazione, perseguendo le vie più vantaggiose e non quelle più facili ma disastrose a lungo andare.

Cominciamo dall’acqua!
Interverrà Antonella Leto del Forum regionale Acqua Pubblica, ma anche esponenti del territorio che ci racconteranno le esperienze dei propri Comuni.

Il titolo dell’assemblea è emblematico: siamo di fronte ad una Regione da cui si attende una legge in materia da troppo tempo e, parallelamente, a Partinico, come al solito, si attende che qualcosa arrivi dall’alto senza voler minimamente essere artefici del proprio futuro!

Raccolta firme L’Altra Europa con TSIPRAS. ANTONIO MAZZEO A PARTINICO


Sabato 29 Marzo alle ore 17, il candidato per la lista L’Altra Europa con Tsipras, Antonio Mazzeo, noto giornalista messinese e pacifista convinto nonché una delle firme siciliane più autorevoli e critiche nei confronti del Muos, incontrerà nella sede del PRC il comitato locale di sostegno alla lista e i simpatizzanti. 
Alle ore 18 in Piazza Duomo si svolgerà una conferenza stampa e verrà allestito il gazebo per la raccolta firme per permettere alla lista di presentarsi alle elezioni europee.

La lista L’altra Europa con Tsipras rappresenta l’alternativa al PD


“La lista ’L’altra Europa con Tsipras’ rappresenta l’alternativa al PD. Non è un nuovo Partito, ma una rete di Movimenti che operano in tutto il territorio nazionale. Ci sono anche i Partiti politici come Rifondazione comunista e Sel, ma il progetto è quello di andare al di là dei Partiti tradizionali della sinistra. 
Un’apertura, e quindi un’opportunità, per i tanti Movimenti che operano in un’Italia irriconoscibile: un’Italia venduta alla finanza speculativa europea, al Fiscal Compact, al tradimento della nostra Costituzione. Una rete di Movimenti, anzi, una federazione di Movimenti che guarda anche al lavoro, alla tutela dello Stato sociale e al ripristino dello Stato sociale là dove è già stato smantellato.
Non a caso alla lista “L’altra Europa con Tsipras” aderiscono i No Tav e i No Muos. Per la Sicilia è una grande scommessa. In questi due mesi che ci separano dalle elezioni europee ci proponiamo di far conoscere a tutti i siciliani i pericoli che il Muos rappresenta non solo per gli abitanti di Niscemi, ma per gran parte della popolazione”.

Franco Ingrillì, segretario provinciale PRC

Costituito il comitato cittadino “L’ALTRA EUROPA PER TSIPRAS”


Si è costituito, nella giornata di Venerdì 13 Marzo, il comitato cittadino “L’ALTRA EUROPA PER TSIPRAS” nella sede circolo cittadino del Partito della Rifondazione comunista, a cui hanno aderito Prc, Sel, Cambiamo Partinico e i Consiglieri comunali Ricupati e Speciale.

Molto partecipato e interessante il dibattito politico incentrato sulle prossime elezioni europee, sulla lista “L’ALTRA EUROPA PER TSIPRAS”, sul programma e sul candidato in questione, Alexis Tsipras, leader del partito greco Syriza e giovane candidato del Partito della Sinistra Europea.

La lista ha come obiettivo primario quello di cambiare profondamente le politiche europee, non accettando l’Europa dell’Austerity, l’Europa delle Banche e dei Banchieri, l’Europa dei tagli, l’Europa dei disoccupati e della povertà. Vogliamo un’Europa al servizio della gente, più impegnata nei temi sociali, con un programma di ricostruzione economica e centrata nella creazione di nuovi posti di lavoro.

Per presentare la lista alle elezioni europee occorrono 150 mila firme.

Nelle giornate di Sabato 15 dalle 17.30 alle 20 e di Domenica 16 dalle 9 alle 12.30 e dalle 17 e 30 alle 20 il Comitato sarà a Piazza Duomo per la Raccolta firme.

COSTITUZIONE DEL COMITATO PARTINICESE “L’ALTRA EUROPA CON TSIPRAS”


VENERDI’ 14 MARZO ORE 18 SEDE PRC PARTINICO (EX ARENA LO BAIDO)

“Ce lo chiede l’Europa”: quanta volte, in questi anni, ci hanno imposto di tutto dicendoci così?
Lo hanno detto, ad esempio, per tagliare gli ospedali e le scuole pubbliche.
Per rendere precario il lavoro. Per ridurre le pensioni. E per regalare soldi alle banche.
Ma chi lo decide cosa vuole l’Europa?
Il 25 maggio ci saranno le elezioni per il Parlamento Europeo, che sceglierà il nuovo presidente della Commissione Europea: è quello il luogo dove si decide.
La lista “L’Altra Europa per Tsipras” si presenta per questo: per cambiare profondamente le politiche europee.
Non accettiamo più un’Europa che ci impoverisce con l’austerità. Vogliamo cambiare le regole sui bilanci e sul debito, investire i fondi europei per il lavoro e l’ambiente, la cultura, la lotta alla povertà e alla precarietà.
Alla testa di questo ambizioso progetto c’è Alexis Tsipras, il giovane candidato dalla Sinistra Europea: è il leader del partito della sinistra greca che oggi raccoglie più di ogni altro la fiducia del suo popolo perché si è ribellato alle ricette che hanno sprofondato quel paese nella povertà e nel disastro sociale.
E’ un progetto nuovo, plurale, che raccoglie uomini e donne provenienti da esperienze e azioni nei territori italiani.
www.listatsipras.eu

PUBBLICATO IL DECRETO DI ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE DI PARTINICO


elettiIl sindaco di Partinico, con un manifesto del 28 giugno 2013, pubblicato all’albo pretorio on line del Comune, ha reso nota alla cittadinanza la sua elezione e quella del Consiglio Comunale.
Confermata la maggioranza di Salvo Lo Biundo con cinque liste a sostegno e 18 consiglieri Comunali (Libertà e solidarietà – Uniti per Partinico 5; Partinico Futura 4; Il Megafono 3; Movimento Democratico per Partinico 3; Partinico Protagonista 3), tra cui Eleonora Rappa eletta in virtù dei risultati del ballottaggio.
L’opposizione è invece composta da 12 consiglieri comunali (Le Ali 6; Cambiamo Partinico – Servire non servirsi 4; Partito Democratico 2).
Con l’elezione di Eleonora Rappa salgono addirittura a 7 le donne in consiglio comunale, perché è stata confermata l’elezione di Giusi Mazzola. 
Guardando la configurazione del nuovo consiglio comunale ci sono 10 conferme, 3 ritorni e 17 novità assolute. Sicuramente un Consiglio Comunale profondamente rinnovato nelle facce che, speriamo, sia capace di rinnovarsi anche nei comportamenti, per la verità non molto edificanti negli ultimi anni.

ARTICOLO TRATTO DA PARTINICO E-NEWS

Turno di Ballottaggio del 23-24 Giugno 2013


Turno di Ballottaggio del 23-24 Giugno 2013
Report Voti Candidati Sindaco
Comune di Partinico (PA)
Risultati relativi a n. 30 su n. 30 sezioni
Dati relativi allo scrutinio completo

bullet Primo Turno

bullet Download Report
Candidato Sindaco BONNI’ GIANFRANCO VOTI 6.129 % 44,11%
 
Sindaco
Eletto
LO BIUNDO SALVATORE detto SALVO VOTI 7.766 % 55,89%
      

Comizio coalizione candidato sindaco Gianfranco Bonní


Intervento di Valentina Speciale

Intervento di Gianluca Ricupati

Soddisfazione per il risultato elettorale della lista “Servire, non servirsi – Cambiamo Partinico”


Il gruppo “Cambiamo Partinico” esprime tutta la propria soddisfazione per il risultato elettorale che ha visto la nostra lista, costituita assieme al movimento “Servire, non servirsi”, assestarsi a una percentuale superiore all’ 8% : terza lista tra le 23 presenti in termini di voti.
Ma soprattutto accogliamo con felicità e orgoglio l’elezione dei nostri esponenti Gianluca Ricupati e Valentina Speciale, primo e seconda in lista rispettivamente con 240 e 198 voti, nonché l’ottima affermazione del giovanissimo Giovanni Billeci, primo dei non eletti ma con un vasto consenso nonostante si trattasse della sua prima candidatura.
Buona l’affermazione anche della candidata Laura Giammona, già nominata assessore, ma che si è misurata anche nella competizione elettorale.
Un sentito ringraziamento va, da un lato, a tutti gli esponenti del gruppo che hanno contribuito a questo straordinario risultato, dall’altro, agli elettori che hanno voluto premiare l’impegno del nostro gruppo.
In attesa di conoscere quale ruolo la città vorrà assegnarci dopo il ballottaggio, associamo al ringraziamento, l’impegno a farci portavoce anche di quei movimenti e forze politiche giovani e non che rappresentano la Partinico che ha voglia di cambiare, ma che non hanno avuto il consenso necessario ai fini del superamento del quorum o dell’ottenimento di una buona posizione in lista.
Prioritario è infatti secondo noi, riavvicinare i cittadini, soprattutto le generazioni più giovani alla politica, e rendere il palazzo comunale una casa di tutti e non di qualcuno. Questo potrà essere possibile solo liberando la città dal malgoverno, dalla cultura dell’appartenenza, dalla gestione della cosa pubblica come se fosse proprietà privata ed interesse personale.
Per queste ragioni al ballottaggio di domenica 23 e lunedì 24 Giugno sosterremo convintamente la candidatura alla carica di sindaco dell’Avv. Gianfranco Bonnì.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: