Archivi categoria: Uncategorized

DICHIARAZIONE DI VALENTINA SPECIALE (PRC PARTINICO) SULLA NUOVA GIUNTA E SUL NUOVO CONSIGLIO COMUNALE


Annunci

Hasta siempre Comandante Fidel


QUANDO, QUERELATI DALLA BERTOLINO, ANCHE INGROIA CI FECE PROCESSARE


foto di Rifondazione Comunista Partinico.Fine gennaio 2013. C’incontrammo nei pressi di piazza Duomo. Non l’avevo mai visto così adirato nei miei confronti. Eppure era ed è uno dei miei migliori amici. “Questa volta non ci sto!” Non mi puoi costringere, facendoti forte della nostra antica amicizia, a farmi votare questo magistrato. E poi, come puoi avere il coraggio di sostenerlo proprio tu che nei hai ricevuto un danno. Oppure devo pensare che mi avevi raccontato frottole?” Mi lasciò in malo modo ed io non tentai, come avevo fatto altre volte, di convincerlo, di dirgli che gli avevo raccontato il vero. Ma non potevo non dargli ragione. Ovviamente, come sempre, sostenni con convincimento la campagna elettorale di Rivoluzione Civile che vedeva il mio Partito organico dentro quella alleanza elettorale. Ancora una volta feci prevalere il senso di appartenenza, la lealtà, la mia formazione politica (prima di ogni cosa quel che ti indica il Partito, anche a costo della vita) e con i compagni e ad altri alleati (tra cui Italia dei Valori) portammo avanti una battaglia elettorale a Partinico che raccolse alla Camera 836 voti (5,6%) a Rivoluzione Civile. Un successo in voti e percentuale.

Leggi il resto di questa voce

Il silenzio del PD locale sul caso Maniaci – Lo Biundo


Raccolta firme contro le esose bollette della TARI


Anche questo sabato in piazza, nonostante il maltempo, a sostenere il gruppo consiliare Cambiamo Partinico e Federconsumatori nella raccolta firme contro le esose bollette della TARI

A PROPOSITO DELLA SOLIDARIETA’ AL SINDACO DI PARTINICO


Di fronte al silenzio di tanti riteniamo sottolineare con forza la inaudita iniziativa di due deputati del PD,Culotta e Ribaudo,che avrebbero presentato al Ministro dell’Interno una interrogazione per conoscere le ragioni dell’assenza dei rappresentanti locali delle Forze dell’Ordine alla seduta del Consiglio comunale del 27 aprile convocata per manifestare solidarietà al Sindaco di Partinico.Si tratta di una iniziativa senza precedenti,un tentativo gravissimo di interferire nella autonomia decisionale delle Forze dell’Ordine che secondo questi due deputati avrebbero dovuto,invece,presenziare a quella che il nostro Partito ha definito,per comprensibili e spiegate,pubbliche ragioni,la sagra della ipocrisia.I rappresentanti delle Forze dello Ordine,che sono soprattutto inquirenti,hanno ben altri compiti che sono quelli di accertare le ragioni di tali atti,i soggetti che li hanno compiuti,le motivazioni che li hanno spinti ad agire e non certo a solidarizzare con quanti temporaneamente governano la città.Siamo di fronte,dunque,ad un atto di arroganza politica da parte di un gruppo di potere che si è impossessato di Partinico devastandola dal punto di vista economico,culturale,sociale e che avendo assoggettato pezzi della opinione pubblica ritengono di assoggettare anche le Forze dello Ordine della città alle quali,al contrario,noi chiediamo di fare luce su questi ma anche su tanti altri episodi che hanno visto protagonisti negativi chi da anni esercita un potere molto spesso al di fuori di ogni regola democratica.Alle Forze dell’Ordine della città va la solidarietà del nostro Partito e lo invito a mantenere ferma la loro azione nei confronti non solo della malavita e della mafia ma anche della malapolitica.

PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA
CIRCOLO “Peppino Impastato” di Partinico

VIOLENZA SULLE DONNE: E’ ORA DI DIRE BASTA!


Partinico 25 novembre 2014 – Per evitare il rischio che si cada nel campo di una retorica poco utile, la giornata odierna internazionalmente dedicato al contrasto alla violenza di genere, deve ispirare profonde riflessioni sulle derive che la nostra cultura e la nostra società stanno prendendo.
Le cifre dell’orrore (centinaia sono le donne assassinate in Italia negli ultimi anni e, in generale, una donna su tre, nel mondo, è stata o è vittima di violenze fisiche o verbali, è stata o è maltrattata, percossa, abusata) sono il tragico segnale di una disfunzione sociale ben più ampia e seria, ovvero la persistenza di un patriarcato culturale e mentale che, ancora oggi, conduce alla mercificazione ed alla demonizzazione delle donne in quanto tali.
Il nostro impegno quotidiano si rivolge alla costruzione di una società fondata sull’uguaglianza, sul rispetto e sulla giustizia che può realizzarsi soltanto attraverso radicali cambiamenti culturali ed economici che ridiano dignità e pari diritti agli uomini e alle donne di tutto il mondo.
Il circolo “Peppino Impastato” di Partinico rivolge oggi il proprio pensiero a Roberta Riina, nostra concittadina la cui giovane vita veniva prematuramente spezzata il 18 ottobre del 2005, vittima di femminicidio.

Partito della Rifondazione Comunista circolo “Peppino Impastato” di Partinico

Dissesto finanziario al comune di Partinico?


Partinico 8 novembre 2013 – Sintetizziamo una nota, senza aggiungere alcun nostro commento, che il Ragioniere Generale del Comune di Partitico ha inviato in data 24 ottobre al Sindaco, al Presidente del Consiglio comunale e al Segretario Generale.

In sintesi il dott. Leo Russo scrive:
– che il sindaco di Partitico nel procedere con l’emissione di pagamento dei mandati per le forniture e per le prestazioni piuttosto che utilizzare il giusto criterio del seguire l’ordine cronologico ricorre al principio della deroga e dunque ad una assoluta sua discrezionalità;
– che “in ordine alla riscossione (dei tributi -ndr) si fa presente  che le stesse non vengono attenzionate e realizzate per cui per far fronte al deficit di cassa SI E’ DOVUTO RICORRERE A CONTINUE ANTICIPAZIONI DI TESORERIA”. Tale anticipazione comporterà chiaramente uno squilibrio di cassa  che dovrà essere regolarizzato ENTRO IL 31 DICEMBRE  per non chiudere la cassa in negativo  e mettere il Comune NELLA SITUAZIONE DI QUASI DISSESTO;

Leggi il resto di questa voce

Comunicato stampa sul voto nelle commissioni


La votazione dei Presidenti e dei Vice Presidenti delle commissioni consiliari che si è tenuta stamani ha evidenziato una convergenza tra la maggioranza del sindaco Lo Biundo e una parte della minoranza consiliare.

L’accordo, che ha portato il gruppo “Guardiamo avanti” ad ottenere le tre poltrone delle vicepresidenze e che non è il risultato di un ragionamento politico portato avanti alla luce del sole, non è stato ovviamente condiviso dal gruppo “Cambiamo Partinico”, fermo restando il fatto che ogni gruppo può agire in completa autonomia rimanendo però vincolato alla responsabilità politica delle proprie singole azioni.

Il nostro è stato un voto coerente con quanto accaduto finora a partire dalla prima seduta del consiglio comunale: votando scheda bianca nelle commissioni in cui siamo presenti abbiamo voluto ribadire che il dialogo e il confronto tanto decantato dalla maggioranza deve svolgersi sui contenuti e sui criteri delle scelte e non sulle cariche.

Abbiamo, di conseguenza, chiesto che il lavoro delle Commissioni venga portato avanti nella più assoluta serietà sia sul piano delle convocazioni e delle presenze che su quello dei contenuti, affinché possano svolgere pienamente il proprio ruolo di studio e analisi degli atti comunali.

Il gruppo consiliare
“Cambiamo Partinico”

Interrogazione su mancato finanziamento progetti Servizio Civile Nazionale


Al Presidente del Consiglio Comunale di Partinico 

PREMESSO

– che il Comune di Partinico ha sempre  presentato richiesta di finanziamento per l’utilizzo di giovani al fine di realizzare PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE;

– che tali progetti sono sempre stati finanziati  dal Servizio Civile Nazionale per cui è stato possibile a tanti giovani della nostra città ricevere una indennità e il Comune usufruire della loro prestazioni  per un anno

TUTTO CIÒ PREMESSO

il Partito della Rifondazione Comunista di Partinico

CHIEDE

1) se risulta vero che il Comune di Partinico per l’anno in corso abbia avuto bocciati i 5 progetti presentati;

2) se ciò risulta vero, le ragioni del respingimento dei progetti;

3) se sono state accertate eventuali responsabilità del mancato finanziamento.

 Per tramite la S.V. si chiede di sapere dal Sindaco di Partinico le ragioni della esclusione dai finanziamenti e una risposta nelle forme previste dal Regolamento in vigore nel nostro Comune che, come per le altre, non sarà fornita al nostro Partito e alla pubblica opinione cittadina .

  Partinico 24/10/2012

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: