Archivi categoria: VOLANTINI

L’ennesimo affare dell’amministrazione Lo Biundo


Referendum costituzionale: volantino


No alla manomissione della Costituzione


A FIANCO DEI VIGILI DEL FUOCO DISCONTINUI


Il Corpo Nazionale Vigili del Fuoco è una realtà importante per la salvaguardia della vita e del benessere cittadini in molte occasioni decisive – calamità naturali, terremoti, alluvioni, incendi, esplosioni e le gravi condizioni di dissesto idrogeologico del paese.

Altrove sono eroi, da noi invece precari e sottopagati.
Oggi il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco si trova in una situazione di grave difficoltà per la mancanza di organico e mezzi a causa dei continui tagli dei Governi nazionali. La carenza di organico, che è di circa 30.000 unità, se consideriamo gli standard Europei – 1 vigile del fuoco ogni 1000 abitanti – rischia di compromettere l’efficienza del servizio, che nonostante tutto, con sforzi, responsabilità e passione, resta di alta qualità.

Per far fronte a questa carenza vengono chiamati in servizio i Vigili del FuocoVolontari Discontinui, personale precario che, nella maggior parte dei casi, ha alle spalle almeno 20 anni di servizio, sempre pronti a sostituire e/o a lavorare a fianco dei vigili permanenti in ogni situazione, talvolta mettendo a rischio la propria incolumità. I vigili precari per anni sono stati sfruttati e né i Sindacati né il Ministero dell’Interno o i Governi nazionali si sono mai preoccupati di questi lavoratori e padri di famiglia. Leggi il resto di questa voce

Salvo Lo Biundo il sindaco scaricabarile


volantino scaricabarileSalvo Lo Biundo il sindaco scaricabarile, perché negli ultimi 7 anni questa è l’unica cosa che ha saputo fare: trovare qualcuno cui addossare la colpa di errori dovuti alla sua incapacità e al suo menefreghismo.

MA NON È COLPA SUA

se i cittadini vivono tra i rifiuti,
se la nostra è la città delle tasse al massimo e dei servizi al minimo,
se per tre anni consecutivi si approvano bilanci di “previsione” falsi negli ultimi 10 giorni dell’anno,
se abbiamo strade colabrodo e perdite idriche a mai finire,
se il cimitero cade a pezzi,
se beni comuni come il parcheggio pronto da 2 anni di fronte l’ospedale rimangono chiusi e inutilizzati,
se Partinico ha perso le opportunità della zona franca urbana,
se la distilleria Bertolino lavora senza le giuste autorizzazioni,
se nelle scuole non ci sono neanche le sedie per tutti i bambini,
se non esiste un minimo di valorizzazione culturale e ad esempio Palazzo Ram rimane chiuso dopo 5 milioni di euro investiti,
se i cittadini pagavano i parcheggi ma erano altri (e non il Comune) ad incassare,
se le graduatorie del servizio civico comunale erano false…
(continua…)
Soprattutto non è colpa sua se lui non è mai nel Palazzo di città e quindi non ha neppure visto le allarmanti lettere con cui si avvisava che L’ACQUA ERA CONTAMINATA.
Che volete che sia!!! Lui (che non fa il Sindaco ma è pagato profumatamente lo stesso) è impegnato in altri affari e non ha tempo di occuparsi di noi.
MENTRE PARTINICO MUORE NEL DEGRADO E NELL’ABBANDONO, LUI STA TRANQUILLO NELL’ALTO DEL SUO RIFUGIO.

IL PARCHEGGIO GRATUITO IN OSPEDALE E’ UN DIRITTO!


Questa sera i militanti del circolo “Peppino Impastato” del Partito della Rifondazione Comunista hanno distribuito un volantino davanti l’Ospedale Civico e in Piazza Duomo per chiedere l’apertura del parcheggio comunale adiacente al nosocomio di Partinico.

“A gennaio abbiamo chiesto l’apertura del parcheggio con almeno 40 posti auto accanto l’ospedale civico di Partinico, pronto alla fine del 2012, ma mai aperto.
E abbiamo detto, facendoci portavoce di tantissimi cittadini che invocano questo diritto, che deve essere un parcheggio gratuito (ovviamente con le dovute limitazioni orarie) oltre che fruibile.
Ad oggi invece, non volendo posteggiare in divieto di sosta o ancor peggio sulla strada statale, si è obbligati ad usufruire del parcheggio a pagamento di competenza dell’ospedale. Leggi il resto di questa voce

L’acqua pubblica non s’ha da fare! Parola di Crocetta e Lo Biundo.


logoObbedienzacivile

Volantino distribuito ieri in Piazza Duomo

I cittadini non arrivano a fine mese
ma Crocetta non vuole rinunciare ai suoi affari…E il fido Lo Biundo dice NO alla gestione comunale dell’acqua.

Nel 2012 il popolo italiano e quello partinicese si sono espressi inequivocabilmente perché l’acqua ritornasse pubblica e quindi nelle mani dei Comuni.

Sono passati due anni, ma lor signori continuano a volerla mantenere ai privati o ad imprese pseudo-pubbliche. Il Presidente Crocetta, l’uomo degli slogan e del fumo, diceva in campagna elettorale: “L’acqua deve essere solo pubblica”. Leggi il resto di questa voce

Volantino. Primo mese di attività consiliare.


PRIMO MESE

Soddisfazione per iniziativa contro la manovra Monti


Il circolo “Peppino Impastato” di Rifondazione Comunista Partinico esprime la propria soddisfazione per la riuscita dell’iniziativa di domenica in piazza Duomo.

Nel contatto con centinaia di cittadini abbiamo potuto constatare quanto sia grande l’insofferenza della popolazione nei confronti delle disastrose misure economiche messe in campo dal governo Monti, in assoluta continuità con quello Berlusconi.

Al contrario, molto apprezzate sono le proposte alternative del nostro Partito, che dimostrano come si possa affrontare la crisi economica che stiamo attraversando non toccando le tasche dei cittadini che stentano ad arrivare a fine mese (come fa l’attuale manovra, aumentando il costo dei carburanti, reintroducendo l’ICI sulla prima casa, rivisitando la struttura pensionistica).

La patrimoniale, una sovrattassa sui capitali scudati rientrati dall’estero, la lotta all’evasione fiscale, il taglio delle spese militari, il tetto drastico di 5000 euro alle pensioni d’oro, il taglio dei privilegi della politica, l’applicazione dell’ICI sugli immobili ecclesiastici con finalità di lucro, l’asta pubblica per l’assegnazione delle frequenze del digitale terrestre sono misure concrete e giuste, appositamente evitate per proteggere i ricchi e i poteri forti.

Il circolo coglie l’occasione per augurare buon lavoro al nuovo segretario provinciale della Federazione di Palermo, Davide Ficarra, sicuri che il suo contributo porterà ancora più in alto l’impegno del nostro partito a fianco di tutti i cittadini indignati dai soprusi che questa politica sta portando avanti.

>>> scarica il volantino

SEMPRE AL FIANCO DEI CITTADINI


Lo stato di incuria in cui versa il paese di Partinico probabilmente non ha precedenti. A questo degrado Rifondazione Comunista ha deciso di rispondere attivando un numero (3883005746), cui il cittadino può chiamare per segnalare disservizi, illegalità e soprusi, e provando a farsi portavoce dei numerosi problemi che ogni quartiere si trova a vivere.
Oggi accogliamo la segnalazione di un residente del centro storico, che ci ha segnalato la penosa situazione (sporcizia, topi, etc) in cui versa la via Gambino e il problema strutturale dell’intero quartiere, che, nel periodo delle piogge, deve far fronte a continui allagamenti a causa del malfunzionamento del sistema fognario.
Questo, a dir la verità, è un problema ben noto al nostro Partito che più volte ha tentato di risolvere la situazione, venendo però sempre ostacolato nel portare avanti le apposite soluzioni. Leggi il resto di questa voce

CACCIATO VIA DA LOMBARDO


Avevamo scritto in un volantino diffuso in città che “L’ON. ANTINORO, INDAGATO DALLA MAGISTRATURA PER SCAMBIO DI VOTI CON LA MAFIA,  NON SI SAREBBE DIMESSO DAL SUO INCARICO DI ASSESSORE REGIONALE AI BENI CULTURALI E ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE.”

E di fronte alla richiesta da noi fatta al Sindaco di Partinico  di non ricercare voti per Antinoro, candidato al Parlamento Europeo ed indagato per un reato così grave, per tutta risposta il Sindaco in una intervista rilasciata a Tele Jato sabato 23 maggio durante la cerimonia di celebrazione del ricordo della strage di Capaci, ebbe a dichiarare “CHE LUI ERA ORGOGLIOSO DI CERCARE I VOTI PER ANTINORO” non rendendosi conto che un Sindaco, il quale rappresenta TUTTA LA CITTA’, NON SI PUO’ RIDURRE A FARE IL GALOPPINO ELETTORALE PER UN PARTITO,  ANCHE SE IL SUO, E SOPRATTUTTO PER UN INDAGATO PER REATI COSI’ GRAVI CHE NE METTONO IN DISCUSSIONE LA CREDIBILITA’ E LA MORALITA’. Leggi il resto di questa voce

SIAMO SICURI CHE ANTINORO NON SI DIMETTERA’


Il Sindaco di Partinico e quasi tutti i suoi Assessori insieme ad alcuni consiglieri comunali che li sostengono, sono galoppini elettorali dell’on. ANTINORO candidato alle elezioni europee per l’UDC.

Indizi gravissimi della Magistratura, così come viene riportato dalla stampa, porterebbero al rapporto di Antinoro  con un pezzo di  mafia palermitana  che, procurandogli voti, avrebbero permesso la sua elezione anche alla Regione siciliana. Leggi il resto di questa voce

Giù le mani dal diritto allo sciopero


Il diritto di sciopero è un diritto fondamentale previsto dalla Costituzione, basata, non a caso sul lavoro. Lo sciopero è uno strumento che serve a tutelarsi da chi ha il potere: i padroni ed il governo stesso.

I lavoratori non vi ricorrono allegramente come vuol far crede il governo: ci rimettono i già magri salari.

Contro il diritto di sciopero sono intervenute varie leggi: non per regolamentarlo ma per renderlo inefficace ed inutile. Leggi il resto di questa voce

LA GIUNTA LO BIUNDO: UN ATTACCO INAUDITO ALLE CLASSI SOCIALI PIU’ DEBOLI


Il testo del volantino distribuito in piazza Duomo a Partinico sabato 14 e domenica 15 febbraio 2009:

Non si era mai verificato che un’Amministrazione comunale, in un momento di grave crisi per l’economia che colpisce con forza i ceti medi e quelli più deboli, pensa di risolvere i problemi “di cassa”

 AUMENTANDO

– il trasporto assistito per i disabili

– le rette di frequenza negli asili nido

– la refezione scolastica dei bambini

– la retta per gli anziani della  Casa di Riposo

Leggi il resto di questa voce

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: